wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

L'Armenia vanta migliaia di anni di storia del vino, ma per la maggior parte degli amanti del vino è un punto vuoto sulla mappa. Eppure ci sono un certo numero di giovani viticoltori, vitigni autoctoni e vini entusiasmanti da scoprire. Anna Burghardt si è immersa nella cultura armena del vino.

300 giorni di sole all'anno, 80% di montagne, circa 17.000 ettari di vigneti e ben più di 400 varietà di uva: queste sono cifre impressionanti che danno un'idea approssimativa della cultura del vino in Armenia. Probabilmente più importanti per l'autostima del piccolo stato del Caucaso, che confina con Georgia, Turchia, Iran e Azerbaigian, tuttavia, sono i seguenti fatti: Nel 2007, gli archeologi hanno trovato prove di una cultura del vino di 6.100 anni nella grotta di Areni, non lontano dall'importante monastero di Noravank nella valle di Arpat. Qui sono stati scavati un torchio per il vino, recipienti in argilla per la fermentazione e per bere, nonché semi d'uva. L'Armenia è quindi oggi considerata uno dei più antichi paesi vinicoli del mondo.

Eventi nelle tue vicinanze