wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Gorgona è l'ultima isola prigione d'Europa. Sulla costa orientale crescono due ettari e mezzo di vigne, coltivate in modo biologico dai detenuti. Da dieci anni la cantina Frescobaldi è responsabile di questo insolito progetto di risocializzazione e il vino bianco prodotto sull'isola ne dimostra la qualità.

Le scarpe da ginnastica bianche non erano la scelta migliore. Dopo pochi passi nei vigneti di Gorgona, sono ricoperti di polvere rossa. Lamberto Frescobaldi è avvantaggiato: le sue scarpe da trekking grigio scuro risentono molto meno del terreno rossastro grazie al suo contenuto di ferro. Il presidente della Marchesi Frescobaldi conosce le condizioni della piccola isola al largo della costa toscana da dieci anni. Perché la collaborazione di Frescobaldi con la direzione del carcere è iniziata nel 2012 - e con essa il progetto Gorgona. Solo una volta all'anno Frescobaldi può portare un gruppo di giornalisti sull'isola, che è strettamente sorvegliata dalla Polizia Penitenziaria. La traversata in barca da Livorno dura circa novanta minuti. Il programma prevede un tour dei vigneti, una degustazione della nuova annata e un pranzo servito dai detenuti sulla splendida terrazza. Questo progetto ci riempie di orgoglio ogni anno di più", sottolinea Lamberto Frescobaldi. "Contiene tutto: l'amore per quest'isola straordinaria, la cura e la passione delle persone che lavorano qui, la speranza di una vita migliore, l'influenza del mare". Questo progetto ci delizia costantemente".

Unico in più di un senso

Il carcere di Gorgona, l'isola più piccola e più settentrionale dell'arcipelago toscano, fu fondato nel 1869. Oggi qui vivono tra i 70 e i 90 detenuti, che lavorano principalmente nell'agricoltura. Oltre agli oliveti, alle coltivazioni di ortaggi e all'allevamento, da più di vent'anni è presente anche un vigneto. Ma il vino prodotto era solo moderatamente buono a causa della mancanza di know-how. L'allora direttrice dell'Istituto di Pena di Gorgona, Maria Grazia Giampiccolo, non era soddisfatta. Ha scritto a ben 200 aziende vitivinicole chiedendo sostegno in viticoltura e in cantina. In effetti, Lamberto Frescobaldi fu l'unico a rispondere alla sua richiesta. Voleva almeno dare un'occhiata all'isola. Così, il 3 agosto 2012, ha attraversato con la barca della polizia e ha visitato Gorgona per la prima volta. Si è innamorato "della bellezza, della selvaticità e della forza della natura che domina quest'isola", come dice lui stesso. In questo modo sono state gettate le basi per quello che oggi è un progetto di risocializzazione di successo. Frescobaldi ha voluto iniziare subito e ha assunto la responsabilità della vinificazione con la vendemmia 2012.

Una seconda possibilità

Sotto la guida degli agronomi e degli enologi di Frescobaldi, i detenuti di Gorgona fanno un'esperienza concreta e pratica di viticoltura. In questo modo, possono acquisire competenze che dovrebbero facilitare il loro reinserimento nella vita lavorativa e sociale dopo il rilascio. Questo perché i detenuti di Gorgona hanno commesso reati gravi, sono stati condannati a molti anni di carcere per omicidio, omicidio colposo, traffico di droga o rapina in banca. Trascorrono sull'isola solo gli ultimi tre-cinque anni della loro pena. I mafiosi e i criminali sessuali, invece, non sono generalmente ammessi. Essere trasferiti a Gorgona è un privilegio concesso solo a pochi: la "buona condotta" è il requisito fondamentale.

"Ognuno di questi uomini merita una seconda possibilità", è convinto Lamberto Frescobaldi, che aggiunge con orgoglio: "Il tasso di recidiva è estremamente basso. E un capitale iniziale di 30-40.000 euro aiuta enormemente queste persone". Perché chi lavora per Frescobaldi a Gorgona percepisce il salario abituale del settore, che viene pagato quando viene licenziato. Inoltre, tutti coloro che vengono licenziati hanno la possibilità di continuare a lavorare per Frescobaldi per un anno.

Naufragio nel Mediterraneo

Gorgona è una bellezza selvaggia la cui natura, in parte incontaminata, è rigorosamente protetta. L'isola non è solo circondata da acque cristalline, ma è anche ricca di acqua dolce e vegetazione. Boschi di lecci e pini d'Aleppo e macchia mediterranea caratterizzano il paesaggio, a cui si aggiungono castagni, ontani neri, una varietà autoctona di olivo e centinaia di specie floreali. L'isola è anche speciale dal punto di vista geologico: rappresenta un pezzo delle Alpi occidentali che è praticamente "naufragato" durante il ripiegamento delle Alpi milioni di anni fa. L'isola è quindi in gran parte caratterizzata da calcare, ma emergono anche metabasiti e serpentiniti, rocce ferruginose di colore verde scuro. Questi tre tipi di roccia si incontrano nel nord-est dell'isola, dove si trovano i vigneti di Gorgona. La superficie vitata è attualmente di quasi due ettari e mezzo, con prevalenza delle varietà di vino bianco Vermentino e Ansonica (Inzolia). Nel 2015 e nel 2018 i vigneti sono stati ampliati e da qualche anno viene spremuto anche un Gorgona Rosso, poche centinaia di bottiglie da alcuni filari di Sangiovese e Vermentino Nero.

Annata anniversario 2021

Oggi si producono ben 9.000 bottiglie all'anno del famoso bianco Gorgona, ottenuto da Vermentino e Ansonica. Tuttavia, rimane una rarità eccezionale, che porta nel suo sapore l'aria salmastra, le spezie mediterranee, il calore del sole e la rinfrescante brezza marina dell'isola. Morbidezza, freschezza e incisiva salinità caratterizzano il 2021. Essendo la decima annata, il vino segna un anniversario significativo nella collaborazione tra Frescobaldi e il carcere dell'isola. Ogni anno, l'etichetta della bottiglia racconta un aspetto diverso della multiforme isola. L'edizione 2021 celebra la decima annata di Gorgona con un omaggio all'isola e un ringraziamento a tutte le persone che hanno reso possibile questo straordinario progetto.

Foto: © Marchesi Frescobaldi

Related Magazine Articles

Mostra tutti
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze