wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Il dieci per cento della produzione mondiale di vino si perde ogni anno a causa di disastri naturali. Lo stima la società tecnologica Risklayer di Karlsruhe, che ha sviluppato un indice di rischio globale per le regioni vinicole. Il CEO di Risklayer James Daniell ha spiegato l'approccio innovativo a Markus Blaser.

Nella settimana dopo Pasqua 2021, sta bruciando di nuovo in molti vigneti in Europa: non solo in Borgogna, ma anche in Toscana, i viticoltori stanno riscaldando le loro viti con fuochi di botte per proteggere le tenere gemme e i germogli dal congelamento. Infatti, il gelo è molto spesso la causa principale di gravi perdite di raccolto, seguita da vicino dalla grandine. I terremoti e le eruzioni vulcaniche, il calore e gli incendi boschivi, così come le tempeste, le piogge intense e le inondazioni sono altri pericoli naturali che minacciano la viticoltura in tutto il mondo.

Eventi nelle tue vicinanze