wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Il titolo di una canzone sentimentale di Craig David e Sting scatena sensazioni piacevoli negli amanti della musica. Per gli amanti del vino, piuttosto inquietudine. I prezzi dei vini hanno fluttuato fortemente durante gli ultimi tre anni, e molti vini di culto sono scesi estremamente. Avanti: entro la fine del 2014, le cose dovrebbero risalire!

Gioia per gli investitori

I prezzi dei vini da bere "normali" sono stati seriamente stabili per molti anni. Quali sono i vini da bere normali? Vini che non sono assegnati a nessuna particolare categoria di prezzo, sono comunque poco costosi, e sono solitamente bevuti nei primi cinque anni dopo l'imbottigliamento. Vini che spesso possono dare un piacere inaspettato, poiché l'aspettativa di molti vini da supermercato sotto i dieci euro è molto bassa. Con un vino di culto, tuttavia, ci si aspetta sempre un'esperienza speciale. I vini di culto sono vini con una lunga tradizione, una qualità superiore costante, una bassa disponibilità e - in relazione a ciò - un prezzo elevato. Sono per lo più nomi che chiunque entri in contatto con il vino ha già sentito. Non importa se è un Sassicaia della Toscana o un Mouton-Rothschild di Bordeaux. Non è raro che questi vini di culto siano acquistati meno come bevanda, ma sempre più dall'inizio di questo millennio come investimento. Nell'ultimo decennio, questo tipo di speculazione ha avuto un grande successo. In serie, soprattutto negli Stati Uniti, sono stati pubblicati libri sui "beni liquidi". Anche in Europa, investitori e oligarchi russi e cinesi hanno comprato i migliori e più costosi vini di culto in quantità inimmaginabili. La domanda ha superato di gran lunga l'offerta, e i prezzi hanno raggiunto altezze inimmaginabili.

Eventi nelle tue vicinanze