wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

L'Italia ha dovuto lottare con eventi meteorologici estremi nel 2021: gelate tardive, grandine e temperature superiori ai 40 °C hanno portato al nove per cento di raccolto in meno rispetto all'anno precedente. La Toscana è stata particolarmente colpita, con una perdita del 25%, e il Chianti in particolare, con fino al 35%. I prezzi aumenteranno significativamente lì, ha ricercato Raffaella Usai.

Secondo l'Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino (OIV), l'Italia ha prodotto più vino nel 2021 di tutti gli altri paesi e, con una stima di 44,5 milioni di ettolitri, è un po' più avanti della Spagna (35 milioni di ettolitri) e della Francia (34,2 milioni di ettolitri). Tuttavia, anche in Italia, nelle cantine è arrivato meno vino che nel 2020. Soprattutto in Toscana, Lombardia, Emilia Romagna e Abruzzo, i viticoltori lamentano perdite elevate. Solo la Campania, la Calabria e la Sicilia hanno registrato un leggero aumento, vedi tabella.