wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Il Consejo Regulador di Jerez ha deciso le più ampie modifiche alle regole di produzione dello sherry in 50 anni. Così, la superficie delle denominazioni DO Jerez/Xérèz/Sherry e DO Manzanilla de Sanlúcar Barrameda sarà aumentata e il regolamento sarà aperto a sei vitigni bianchi dell'epoca precedente la peste fillosserica: Beba, Cañocazo, Mantúo Castellano, Mantúo de Pilas, Perruno e Vigiriega. In futuro, ci sarà anche una mappa aggiornata e molto più estesa dei vigneti speciali, i cosiddetti Pagos di Jerez.

Inoltre, ci sono importanti cambiamenti nella classificazione: La denominazione Viñedos de Jerez Superior è ora disponibile per tutte le zone della DO e non più solo per Jerez, El Puerto, Sanlúcar e Trebujena. Inoltre, la nuova categoria "Fino Viejo" è stata creata per gli sherry con almeno sette anni di invecchiamento, e anche la Manzanilla Pasada deve ora avere almeno sette anni di invecchiamento. Nella produzione di sherry, non è più necessario fortificare i vini se questi raggiungono naturalmente la gradazione richiesta durante la fermentazione. Questo significa che anche i vini che non sono stati fortificati ora ricevono il riconoscimento DO.

Il presidente del Consejo Regulador César Saldaña ha descritto le innovazioni come "un grande passo" per la produzione di sherry per differenziare le "qualità di questi vini emozionanti e avvicinarsi ai consumatori che cercano un prodotto con valore aggiunto"

(ru / Fonte: Drinksbusiness; Foto: Pixabay)

Eventi nelle tue vicinanze