wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Cantina Donatsch
Image header

Thomas Donatsch ****, una delle personalità più importanti della viticoltura svizzera, è morto inaspettatamente lunedì all'età di 75 anni nel suo comune natale, Malans. Donatsch è stato un pioniere della viticoltura che ha svolto un ruolo significativo nella reputazione della sua regione, la Bündner Herrschaft, e della Svizzera come paese vinicolo.

Dal 1971, si reca regolarmente in Borgogna e diventa amico di André Noblet, maestro di cantina del Domaine de la Romanée-Conti. Due anni dopo, gli regalò tre botti La Tâche usate. Donatsch divenne così il primo produttore svizzero a invecchiare il vino in barriques. Nel 1975 fu il primo a piantare Chardonnay e Pinot Bianco nella Bündner Herrschaft, che all'epoca non era ancora legalmente autorizzata. Dal 1983 ha sperimentato anche il Cabernet Sauvignon ed è stato il primo in Svizzera a produrre un Crémant con il metodo dello Champagne.

Nel 2019, Thomas Donatsch ha ricevuto il Prix Ami du Vin dall'Associazione Svizzera degli Appassionati di Vino ANAV per il lavoro svolto nella sua vita. Da alcuni anni la cantina Donatsch è gestita dal figlio Martin.

(al / fonte: facebook)

più notizie Mostra tutti

Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER