wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

I due più grandi gruppi cooperativi della Champagne - CRVC-Champagne Castelnau e Centre Vinicole-Champagne Nicolas Feuillatte - si fonderanno per formare il gruppo "Terroirs et Vignerons de Champagne" dal 1° gennaio 2022. Questo creerà un gigante della Champagne che riunisce circa 6.000 viticoltori e 3.000 ettari di vigneti, il che corrisponde a circa il nove per cento della superficie totale dei vigneti della Champagne. Terroir et Vignerons de Champagne mira a raggiungere una capacità di produzione di 24 milioni di bottiglie - l'otto per cento del mercato mondiale di circa 300 milioni di bottiglie di Champagne - e un fatturato di 300 milioni di euro all'anno entro cinque anni.
Secondo il presidente di Terroirs et Vignerons de Champagne, Véronique Blin, la fusione era prevista da molto tempo, ma è stata ritardata di sei mesi a causa di Covid. La "ristrutturazione del modello cooperativo" era diventata necessaria dopo che il mercato francese dello champagne aveva registrato un calo di 40 milioni di bottiglie dopo la crisi finanziaria globale del 2008. Il nuovo gruppo sarà "uno dei tre grandi operatori della Champagne", il che conferma la forza del modello cooperativo.

Le marche Maison Abelé 1757, Champagne Nicolas Feuillatte e Champagne Castelnau continueranno indipendentemente e separatamente.

(al / Fonte: decanter.com, drinksbusiness.com; Foto: Nicolas Feuillate)

Eventi nelle tue vicinanze