wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

La procura di Bordeaux ha arrestato il proprietario di uno château nel Medoc e dieci persone sospettate di contraffazione di vino. Inoltre, sono stati interrogati altri nove sospetti. Secondo i media francesi, avrebbero riempito centinaia di migliaia di bottiglie con vino a basso costo, per lo più proveniente dalla Spagna, e vi avrebbero apposto false etichette di Bordeaux.

Come riporta il quotidiano regionale Sud Ouest, i tre principali sospettati sono stati accusati di contraffazione di merci, frode organizzata e riciclaggio di denaro. Durante le perquisizioni, la polizia ha sequestrato dieci veicoli, una "quantità significativa" di vino contraffatto in scatole e su pallet, computer, telefoni cellulari, documenti e contanti.

Secondo l'accusa, il proprietario del castello, che è anche un négociant autorizzato, aveva creato "una rete di distributori ufficiali e non ufficiali composta da aziende, anziani e privati" con cui vendeva Bordeaux falsi a bancali in diversi dipartimenti francesi e all'estero. I clienti pensavano di acquistare vini di châteaux rinomati, soprattutto della classe media del Médoc, a prezzi bassi e ineguagliabili. Tuttavia, i vini appartenevano al segmento di prezzo più basso e provenivano da regioni molto lontane da Bordeaux. Il proprietario del castello usava il denaro ricavato per finanziare il suo stile di vita e per rinnovare la sua tenuta.

L'indagine è iniziata nel settembre 2021, quando la polizia di Bordeaux ha scoperto grandi quantità di tappi, capsule ed etichette durante le perquisizioni nell'ambito di un'inchiesta sui contrabbandieri di droga nella regione. Poco dopo, la polizia della regione della Loira si è imbattuta per la prima volta in un Bordeaux falso.

I nomi dei sospetti, dello château e dei vini contraffatti non sono ancora stati rivelati.

(uka / Foto: 123rf)

Eventi nelle tue vicinanze