wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

La Regione Veneto ha chiesto all'UNESCO che il processo di Appassimento tradizionale della Valpolicella sia riconosciuto come patrimonio dell'umanità. Luca Zaia, presidente della regione, ha fatto l'annuncio al Vinitaly. È la prima tecnica di vinificazione a chiedere lo status UNESCO. Secondo Zaia, questa è una grande opportunità per la denominazione e una spinta per l'economia locale.

Nell'appassimento, le uve vengono fatte appassire su graticci o casse per circa tre mesi dopo la raccolta, perdendo tra il 30 e il 50 per cento del loro peso. Questa tecnica intensifica gli aromi, dando all'Amarone, al Ripasso e al Recioto di Valpolicella le loro note distintive. Le uve utilizzate per questo sono Corvina e Rondinella.

(ru / Fonte: Winenews; Foto: Consorzio Valpolicella)

Eventi nelle tue vicinanze