wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

La metà degli espositori proveniva dall'Italia (1.600) e dalla Francia (1.500), seguita dalla Germania (1.000), dall'estero (600), dall'Austria, dalla Spagna e dal Portogallo. Inoltre, le cantine di Polonia, Estonia, Finlandia, Danimarca, Armenia, Azzorre, India e Giappone hanno mostrato il loro portafoglio. L'attenzione si è concentrata sui nuovi vini provenienti da tutte le regioni di coltivazione del mondo, completati da 300 specialità di liquori. L'espositore più importante era la pop star Sting, che ha presentato i vini della sua tenuta Il Palagio in Toscana. La superstar ha cantato tre canzoni, tra cui "Message in a bottle", alla presentazione del vino, che è stata circondata da visitatori e giornalisti.

Secondo la Messe Düsseldorf, anche il numero di visitatori "ha stabilito nuovi standard quest'anno": Un totale di 58.500 visitatori specializzati provenienti da 130 paesi si sono recati alla Prowein. Nel 2016, erano 55.700 da 126 paesi. Un visitatore su due veniva dall'estero. Almeno i due terzi di tutti i visitatori sono stati top decision maker delle loro aziende, ha annunciato la fiera. Secondo gli organizzatori, quasi il 60 per cento di tutti i visitatori commerciali ha concluso accordi commerciali durante la fiera o ha pianificato di fare ordini dopo la fiera. Un visitatore su due ha anche trovato nuovi fornitori. "Per tre giorni, nelle sale si svolgono affari molto concentrati. Tra i visitatori c'erano soprattutto attori chiave - importanti importatori e rappresentanti di grandi catene internazionali di vendita al dettaglio. Quest'anno, l'industria ha dimostrato ancora una volta quanto sia efficiente e forte. C'è stato un volume estremamente alto di ordini effettuati e nuove idee commerciali discusse", ha detto Hans Werner Reinhard, amministratore delegato della Messe Düsseldorf, riassumendo il corso della fiera.

La gamma di prodotti e servizi degli espositori è stata completata quest'anno da ulteriori punti focali. Tra questi, lo "Champagne Lounge", l'"Organic World" sul tema del vino biologico, la zona di degustazione Mundus Vini o il "fizzz Lounge". Lo spettacolo speciale "Same but different" era tutto incentrato su concetti innovativi e insoliti. Il programma di supporto consisteva in circa 500 degustazioni ed eventi che hanno avuto luogo negli stand degli espositori o nel Prowein Forum. Le offerte erano rivolte in egual misura al commercio e alla gastronomia. Tra gli altri, il noto critico di vini britannico Jancis Robinson ha presentato i suoi preferiti.

Ora gli organizzatori stanno rivolgendo la loro attenzione all'Asia. Dall'8 all'11 maggio, ProWine Asia inizierà a Hong Kong per la prima volta, dopo aver debuttato con successo a Singapore nell'aprile 2016. La prossima ProWein si terrà a Düsseldorf dal 18 al 20 marzo 2018. (uka)

(Foto: Messe Düsseldorf, Constanze Tillmann)

Eventi nelle tue vicinanze