wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

L'associazione delle aziende vinicole tedesche Prädikat (VDP) è soddisfatta dell'annata 2016. Secondo un comunicato stampa, le aziende vinicole VDP sono state in grado di portare "qualità di uva molto buone nonostante alcune sfide durante il periodo di vegetazione". "La grande fine dell'estate ha cambiato le carte in tavola. La primavera umida e fredda e la prima metà dell'inizio dell'estate hanno davvero sfidato noi viticoltori VDP. Ora siamo riconciliati e abbiamo mosti nelle cantine che danno ragione a tutte le speranze", spiega il presidente della VDP Steffen Christmann.

La prima metà dell'anno, fresca e piovosa, ha causato una comparsa precoce e diffusa della peronospora, che ha messo sotto pressione soprattutto la viticoltura biologica in termini di protezione delle piante. "Fortunatamente, la peronospora non ha alcuna influenza sulla qualità dei vini, poiché colpisce solo il livello di resa in questa fase e non influisce sulla qualità delle uve rimanenti", dice il VDP.

Oltre all'infestazione di malattie, il gelo e le forti tempeste con grandine e pioggia intensa hanno causato in parte grandi danni nelle regioni viticole, in modo che "alcuni viticoltori devono convivere con notevoli perdite di resa in alcune zone", afferma il VDP. Tuttavia, dalla fine di luglio in poi, il tempo secco e caldo di fine estate ha creato le migliori condizioni di maturazione per le uve fino all'autunno. Da settembre in poi, le giornate calde e le notti fresche hanno favorito lo sviluppo degli aromi.

(CS / comunicato stampa; foto: VDP)

Eventi nelle tue vicinanze