wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Per avere un'idea del riscaldamento globale, noi della redazione non abbiamo bisogno di spulciare dati e statistiche sul clima. Spesso basta uno sguardo alle nostre schede di degustazione. All'inizio di questo millennio, quando avevamo davanti a noi un campionario di tre pagine di Chianti Classico, ordinate in ordine crescente di gradazione alcolica, si partiva da 12 o 12,5% di alcol, si arrivava a 13% alla fine della prima pagina e alla fine ci aspettavano alcuni vini con 14%. Oggi, i primi tre o quattro vini hanno ancora meno di 13,5%, i quattordici percentuali iniziano già nella prima pagina e alla fine c'è sempre qualche esempio con 15 o addirittura più gradi alcolici.

L'epoca del Chianti Classico snello, fresco e fresco, è ormai tramontata, a parte rare eccezioni di singoli produttori che, a quanto pare, perseguono ancora questo stile in modo deliberato. Questo ha anche dei vantaggi: non si incontrano più vini magri, fragili, sottili o acerbi. Le qualità medie, si può dire con certezza, non sono mai state così alte come oggi. Chi, alla luce dei soli dati, si aspetta quantità di vini ampi, ricchi e pesanti, si è comunque perso il Sangiovese. Anche a un livello di maturità elevato, il Sangiovese ha spesso una certa acidità e freschezza, e la sua succosità e i suoi tannini tesi fanno il resto per contrastare l'alcol. Così, almeno i migliori Chianti Classico, siano essi Annata, Riserva o Gran Selezione, offrono ancora vita, lucentezza, freschezza e vera eleganza anche nelle classi di peso più elevate (un termine che purtroppo oggi viene usato troppo spesso a sproposito per dare una parvenza di bevibilità anche ai più goffi mostri alcolici).

Anche l'aroma del Chianti Classico è cambiato notevolmente negli ultimi due decenni. Di solito i vini hanno un sapore molto più mediterraneo rispetto al passato. Note di catrame, ginepro, pepe, erbe mediterranee, liquirizia o addirittura olive nere sono quasi onnipresenti. Ma nonostante le molte similitudini, i Chianti Classico presentano una notevole varietà di espressioni. Dai rossi ai neri profondi, freschi, decisi e pungenti, agli espansivi, corposi e caldi, a volte aspri, spesso anche cedrati o tabaccosi, a volte cioccolatosi e "dolci", alcuni vini sono letteralmente pieni di sale, altri mancano di qualsiasi traccia di mineralità. E naturalmente tutto quello che c'è in mezzo.

Così non ci siamo annoiati durante la degustazione di ben oltre 300 vini, per lo più delle annate dal 2019 al 2015. Le annate si sono presentate in modo molto diverso. Il 2016 sembra ancora l'annata più completa che si ricordi, addirittura superiore alla prima classe del 2015 grazie alla maggiore freschezza di molti vini. L'annata molto secca si nota a volte nei 2017, che spesso sembrano un po' più fragili e spigolosi del solito. Nel 2018, spesso accade il contrario. Soprattutto i vini più semplici hanno talvolta un che di sbiadito, anche se sono quasi sempre molto piacevoli da bere. La parte superiore, tuttavia, è senza difetti, non di rado eccellente. Le prime Annate del 2019, invece, ci hanno dato così tanto piacere che non vediamo l'ora di assaggiare altre annate.

Tutti i Chianti Classico sono stati degustati alla cieca da noi almeno due volte nella nostra sala di degustazione a Erlangen; alcuni campioni sono stati anche osservati per diversi giorni. Per motivi di spazio, possiamo presentare qui solo i migliori vini dei rispettivi livelli di classificazione. I link a tutti i risultati con descrizioni dettagliate e ai produttori sono disponibili cliccando sulle rispettive voci. I link a tutti i vini degustati finora delle rispettive annate sono riportati alla fine delle liste. Diversi video sulle degustazioni di Chianti in corso sono disponibili qui sul nostro canale Youtube.

BEST OF Chianti Classico Chianti Classico Annata 2019

BEST OF Chianti Classico Chianti Classico Annata 2018

BEST OF Chianti Classico Chianti Classico Annata 2017

BEST OF Chianti Classico Chianti Classico Riserva 2018