wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

L'Alto Adige è probabilmente l'unica regione vinicola al mondo in cui le cooperative e le cantine non solo producono le quantità più significative, ma sono anche tra i leader in termini di qualità. Con poche eccezioni, le migliori aziende vinicole sono da tempo grandi imprese con una certa importanza sul mercato e spesso una reputazione a livello mondiale. In generale, il numero di produttori di vino da conoscere era molto gestibile se si voleva conoscere lo stato della produzione vinicola qualitativamente interessante in Alto Adige.
©IDM Alto Adige/Tobias Kaser

La situazione sta cambiando. Sebbene lo status delle cantine e dei vigneti più importanti sia rimasto invariato, il numero di piccoli produttori ambiziosi sta crescendo così rapidamente che gli amanti del vino con la passione per l'Alto Adige hanno difficoltà a tenere il conto.

Questa situazione non può che essere vantaggiosa per tutte le parti coinvolte. Perché con la ritrovata diversità, non è solo l'assortimento a crescere. Anche le piccole cantine sembrano considerarsi un terreno di gioco per l'innovazione e la sperimentazione. Nuovi metodi di coltivazione, stili finora sconosciuti nella regione, varietà di uve resistenti ai funghi (PIWI) o addirittura nuovi concetti di marketing: quasi ovunque, le piccole cantine, spesso ancora giovani, stanno assumendo un ruolo pionieristico. È logico che questo impegno possa inizialmente essere accompagnato da fluttuazioni qualitative, ma la maggior parte dei nuovi vini altoatesini arricchisce chiaramente la gamma e rende il paese del vino ancora più eccitante di prima. E alla fine anche i produttori affermati ne traggono vantaggio. Se sono intelligenti, e possiamo supporre che lo siano, anche più volte.

Tutti coloro che sono interessati all'Alto Adige dovrebbero dare un'occhiata alla serie di articoli di Roland Brunner, in cui vengono presentate in dettaglio anche le cantine poco conosciute.

Negli ultimi mesi abbiamo assaggiato quasi 400 vini altoatesini, di cui possiamo presentare qui solo i migliori per motivi di chiarezza. Vi consigliamo quindi di utilizzare anche i link a tutti i vini con note di degustazione dettagliate e ai loro produttori alla fine delle liste. Abbiamo già presentato il Pinot Nero / Pinot Nero dell'Alto Adige qui: Die ungleichen Brüder - Pinot Nero aus deuschsprachigen Anbaugebieten pubblicato.

In primo pianoAlto Adige Sauvignon

In primo pianoAlto Adige Pinot bianco

In primo pianoAlto Adige Pinot grigio