wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Le annate fresche sono celebrate da molti amanti del vino ed esperti per i loro vini più magri, più acidi e presumibilmente più eleganti. Questo è forse ancora più vero per il Pinot Nero che per molte altre varietà. Ma non è così semplice. Il vino non può essere elegante senza una vera sostanza e forza interiore.

VDP

Negli ultimi mesi abbiamo assaggiato un numero considerevole di vecchie annate e alcune 2022, oltre ai Pinot Nero del 2020 e del 2021. Guardando i risultati, si potrebbe giungere alla conclusione che l'annata più giovane è superiore a quella più vecchia. Ma l'immagine è ingannevole perché molti dei migliori 2020 sono stati degustati in precedenza e pubblicati nell'ultimo speciale sul Pinot Nero. Dopo tre annate particolarmente favorevoli per il Pinot Nero, nel 2021 molti viticoltori hanno dovuto lottare nuovamente per ottenere sostanza e maturità. In un confronto diretto tra i migliori vini, la differenza tra le annate è particolarmente evidente tra i produttori di punta, che cercano di ottenere il massimo da ogni annata.

Tuttavia, molti osservatori considerano l'annata 2021 particolarmente riuscita perché ha prodotto vini rossi più leggeri, più eleganti e spesso più acidi rispetto alle altre annate. Tuttavia, per quanto amiamo i vini fini ed eleganti, possiamo essere d'accordo con questa opinione solo in misura limitata. Abbiamo l'impressione che l'eleganza venga spesso confusa con la pura snellezza, così come la sola acidità viene confusa con la freschezza e la tensione. Tuttavia, non appena l'eleganza viene acquistata al prezzo di una mancanza di corpo, forza interiore (non stiamo parlando esplicitamente di forza alcolica), profondità e struttura, non è più eleganza. Immaginate una ballerina di danza classica senza forza e tensione corporea. Attenzione: non esiste.

Uno dei più grandi errori che un produttore di Pinot Nero può commettere è quello di raccogliere le uve troppo tardi. I vini spessi, di basso profilo, caldi e ad alta gradazione alcolica ottenuti da uve troppo mature non hanno una vera struttura, anche se vengono acidificati energicamente o trattati con legno nuovo. Il secondo grande errore, invece, è l'esatto contrario: raccogliere le uve troppo presto. Se ci si concentra solo sull'acidità o si fa di tutto per mantenere basso l'alcol trascurando la necessaria maturazione, si finisce per ottenere vini che in gioventù possono essere molto vivaci; possono persino essere celebrati da appassionati e degustatori interessati soprattutto agli effetti superficiali. Ma il divertimento non dura a lungo perché i vini mancano della necessaria struttura, profondità e sostanza.

Per questo motivo, le annate di Pinot Nero mature rimarranno generalmente sempre superiori a quelle che rendono difficile la maturazione di uve sane, anche se ciò può essere diverso per i singoli vini. Per gli scettici basta tornare indietro di qualche anno: mentre i vini delle annate "eleganti" e più acide 2008 e 2010, ad esempio, nella maggior parte dei casi hanno già superato il loro apice (e a volte anche un po' di più), i loro omologhi 09 sono spesso ancora in piena forma.

VDP

In questo contesto, è ancora più notevole il numero di buoni Pinot Nero prodotti nel 2021. Quasi 120 vini hanno ricevuto 88 punti o più, con quasi 50 vini che hanno ottenuto 90 punti o più, e c'è da aspettarsi che se ne aggiungeranno altri da parte di quelle aziende che generalmente rilasciano i loro vini un po' più tardi. I migliori Pinot dell'annata hanno energia, nerbo, spesso una meravigliosa freschezza e, soprattutto, la sostanza necessaria per maturare bene. È qui che l'annata può giocare i suoi punti di forza. Nel 2021, ci sono molti vini di fascia media che normalmente sarebbero classificati un po' più in alto, che spesso hanno un sapore eccellente ma che alla fine non hanno la sostanza e la profondità necessarie per essere classificati al top. Sono in competizione con vini che sono sempre stati nella categoria di qualità media, ma che spesso sono notevolmente più economici. Questa categoria di Pinot Nero molto buoni e convenienti è un po' più piccola del solito nel 2021, ma come sempre vale la pena tenere d'occhio questi vini. L'unica cosa che vale in particolare è: bevete questi vini finché sono buoni, non metteteli in cantina per 10 anni!

Ma non stiamo parlando solo dei rossi. Quasi 100 dei Pinot Nero degustati di recente erano rosati o bianchi. E qui c'è molto da fare. Mentre il classico Pinot bianco rimane piuttosto poco esigente, negli ultimi anni si è sviluppata una nuova cultura del rosé: lontano da bevande banali, dolci e di routine, verso vini seri e di carattere. Questi vini meritano sicuramente l'attenzione anche degli amanti del vino più esigenti. La tendenza è meno pronunciata nelle versioni spremute in bianco, ma anche in questo caso ci sono vini validi, spesso a prezzi molto vantaggiosi. Abbiamo già parlato in dettaglio altrove di quanto siano diventati buoni gli spumanti, ma non vogliamo ignorarlo nemmeno qui.

Attualmente abbiamo degustato oltre 600 Pinot Nero di tutti i colori, di cui vi presentiamo i migliori. Alla fine di ogni elenco troverete i link a tutti i risultati e ai produttori.

Pinot nero tedesco Vino rosso annata 2022

Pinot nero tedesco Vino rosso annata 2021