wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Se dovessi riassumere l'annata 2022, suonerebbe così: prima troppo secca per mesi, poi troppo bagnata nel momento sbagliato. L'annata è stata tutt'altro che facile. Il fatto che sia stato comunque prodotto molto buon vino ha a che fare con il primo dei due paradossi di questa annata.

jo-bayer

Anche se la pioggia durante o poco prima della vendemmia non è mai gradita, potrebbe aver salvato l'annata del Riesling. Dopo il periodo di siccità, durato fondamentalmente da marzo ad agosto, le uve Riesling non erano per lo più mature, ma presentavano soprattutto piccoli acini semi-asciutti in cui si concentravano sapore e zucchero. Si prospettava un'annata di vini densi e molto alcolici, privi di finezza e di maturità aromatica.

La pioggia ha fatto sì che gli acini si riempissero di nuovo, i livelli di zucchero si sono normalizzati, ma anche la pressione dei marciumi è aumentata rapidamente. Ora era importante reagire rapidamente e con prudenza. Chi aveva fatto un'accurata cernita in vigna e aveva dato tempo agli acini sani poteva concludere l'annata in modo conciliante; chi aveva viti vecchie, magari in posizioni fresche o che avevano ancora acqua nel sottosuolo anche durante i lunghi periodi di siccità, poteva addirittura sperare in una qualità eccellente.

Ma è qui che entra in gioco il secondo paradosso dell'annata: sono stati i grandi vini cru a soffrire talvolta di più delle condizioni. Mentre molti Riesling di base e di fascia media soddisfano tutte le aspettative realistiche nei loro confronti, i vini di punta spesso non riescono a distinguersi chiaramente in termini di qualità. Non di rado, anche i vini più piccoli sono più piacevoli da bere, semplicemente perché spesso sono più armoniosi e non si ha l'impressione che il viticoltore abbia voluto più di quanto sia stato possibile.

È improbabile che questo quadro cambi molto con la maturità. Con poche eccezioni, il 2022 non è un'annata da dimenticare a lungo in cantina. Ciò non è dovuto solo all'acidità, come spesso si dice, ma anche alla struttura generale e alla composizione dei vini, che raramente mostrano la tensione, la concentrazione, la complessità e la profondità dei Riesling veramente di prima classe o addirittura di grande livello. Chi aspetta troppo a lungo con i 22, confidando nella consueta conservabilità dei migliori Riesling tedeschi, rischia di rimanere deluso in seguito. E "troppo a lungo" probabilmente non significa davvero troppo a lungo quest'anno. Se non ci sbagliamo, la 22s si svilupperà più velocemente di qualsiasi altra annata degli ultimi due decenni. Nella parte superiore, si badi bene, non su tutta la linea; il 2010 ha probabilmente stabilito un record solitario in questo senso.

jo-bayer

Ma passiamo alle eccezioni. Perché in condizioni ideali (vedi sopra) e nelle mani di produttori ossessionati dalla qualità senza compromessi, anche nel 2022 si potrebbero produrre vini eccezionali, a volte addirittura grandi. Sebbene i migliori vini dell'annata abbiano di solito anche quel particolare aroma giallo, che spesso ricorda il finocchio e l'anice, delle annate particolarmente calde e secche, a cui probabilmente dovremo abituarci, essi offrono comunque sostanza, profondità, tensione e finezza. I vini di punta assoluta sono probabilmente più rari nel 2022 di quanto non lo siano stati dal 2010, ma vale ancora di più la pena di tenerli d'occhio.

E poi ci sono i molti vini di grande successo in tutti i livelli qualitativi che sono semplicemente divertenti da bere, e la maggior parte di essi lo sono già. Sì, forse non saranno dei vini longevi, ma almeno al di sotto di vini cru, quasi nessuno se lo aspetta. Allo stesso tempo, i vini di vini cru dei buoni produttori sono di solito tutt'altro che deludenti, solo che in molti luoghi non sono così forti come al solito. Soprattutto, possiamo berli senza preoccuparci, in attesa che le annate eccellenti maturino. E l'annata dovrebbe essere molto apprezzata anche nel settore della ristorazione, dove i Riesling migliori sono spesso (o devono essere) offerti troppo presto.

Negli ultimi mesi abbiamo assaggiato quasi 800 Riesling del 2022 e oltre 400 di annate più vecchie. Qui presentiamo i migliori. I link a tutti i risultati e ai produttori si trovano alla fine delle liste dei migliori.

Riesling Secco, annata 2022