wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Aubert e Mathieu
Image header

È stato presentato in Francia il primo vino progettato dall'intelligenza artificiale (AI) ChatGPT secondo le specifiche di un'enoteca. Anthony Aubert e Jean-Charles Mathieu di Aubert & Mathieu hanno chiesto alla piattaforma AI di creare un "vino biologico eccezionale e fruttato della regione della Linguadoca con i vitigni Grenache e Syrah". Hanno anche chiesto come si sarebbe dovuto chiamare il vino, in quale bottiglia e a quale prezzo.

"Le sue risposte sulla vinificazione e sull'assemblaggio in base alle caratteristiche dei vitigni - colore, tannini, frutta - sono sorprendenti", spiega Aubert. Secondo le istruzioni, hanno combinato "il 60% di Grenache e il 40% di Syrah, che normalmente danno un vino fruttato ed equilibrato, ma è possibile invertire le proporzioni per ottenere un vino più tannico", ha consigliato ChatGPT. L'AI ha consigliato una bottiglia di Borgogna come "eccellente per mettere in mostra il vostro vino" e un prezzo al dettaglio tra i 50 e i 100 euro. "Questo è l'unico punto in cui non lo seguiremo", dice Anthony Aubert. La cuvée IGP Pays d'Oc "The End" costerà solo 20 euro.

ChatGPT ha anche sviluppato un piano di marketing, un comunicato stampa e il testo della retroetichetta. Tuttavia, l'AI ha commesso alcuni errori nel processo. Il programma ha fallito anche con il design dell'etichetta. Secondo Aubert, il nome "The End" e il vuoto dell'etichetta simboleggiano ora "la fine delle possibilità che ci si sono aperte grazie all'uso dell'IA". Le 600 bottiglie di "The End" vengono distribuite via internet solo come test.

(al / source: vitisphere)

Altro sull'argomento:

PIÙ NOTIZIE Mostra tutti

Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER