wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Mentre i vini del 2019 e del 2020 erano già di qualità superiore alla media, quelli del 2021 coronano il trio. Vini cristallini e maturi da uve perfette.

L'acidità, talvolta leggermente più elevata, è integrata in modo ottimale e apporta la necessaria freschezza e vivacità che i consumatori si aspettano dal vino della Stiria. Per poter spremere queste qualità, era necessario non iniziare la raccolta troppo presto, ma sfruttare tutto lo splendido settembre e le prime settimane di ottobre. Dopo un germogliamento tardivo dovuto a una primavera poco fredda, i viticoltori della Stiria sono stati felici di una fioritura un po' tardiva ma perfetta delle viti nelle migliori condizioni. Questa circostanza ha gettato le basi e l'autunno dorato è stato il bis per la quinta annata consecutiva al top.

Il raccolto principale nel Vulkanland Steiermark e nella Steiermark meridionale si è svolto come un fulmine. Grazie al materiale d'uva perfetto, non è stata necessaria un'ulteriore selezione dopo la pre-vendemmia. La gradazione zuccherina e l'acidità sono in equilibrio ottimale, e la chiara espressione del frutto, l'eleganza e la corsa dei vini sono già fonte di ispirazione. Anche nella Stiria occidentale è stato importante attendere pazientemente la vendemmia principale, per poi far crescere i Sauvignon Blanc in vini espressivi con un forte carattere del terroir.

© Hubert Uranjek

Sauvignon Blanc: il numero 1 della Stiria

A seconda dell'origine geografica, i vini regionali mostrano una maggiore freschezza vegetale sotto forma di pirazine, oltre a pronunciate note esotiche. I vini locali, invece, mostrano attualmente un'espressività che richiede ancora un certo tempo di invecchiamento in termini di integrazione dell'alcol e di armonia dei tannini, e che in alcuni casi appare ancora riduttiva. Un tempo che si sta facendo sentire nei vini locali dell'annata precedente in modo estremamente armonico e caratteristicamente positivo!

Viticoltori come agricoltori di montagna

La Stiria è una regione vinicola montuosa, la più montuosa dell'Austria, situata ai piedi delle Alpi. Qui le strade salgono, scendono o costeggiano uno dei tanti crinali. La viticoltura qui è un lavoro duro, paragonabile all'agricoltura di montagna; la viticoltura qui non può essere meccanizzata, la vendemmia e il lavoro preparatorio, spesso noioso, devono essere fatti a mano. Più di un quarto dei vigneti di collina ha una pendenza compresa tra il 40 e il 70 per cento, e un altro 62 per cento dei vigneti ha una pendenza superiore al 26 per cento. Ecco perché lo slogan "Vino di montagna". Con la mano e con il cuore" non è solo marketing, ma realtà vissuta.

Sistema DAC di origine Stiria

©

Il sistema DAC della Stiria sta per "vino di origine protetta" e offre vini eccellenti con garanzia di origine. Le aree DAC stiriane di Südsteiermark, Vulkanland e Weststeiermark sono state le prime in Austria in cui è stata resa obbligatoria la raccolta a mano delle uve e in cui il territorio e crus sono in primo piano. I vini della Stiria sono spesso raccolti su pendii con estrema inclinazione. Più della metà della superficie viticola della Stiria è costituita da vigneti di montagna con pendenze talvolta estreme.

Il terroir della Stiria è unico: la singolare interazione tra clima, terreni, siti e caratteristiche della zona consente ai viticoltori di spremere vini distintivi con un carattere proprio.

Per garantire i tempi di maturazione e sviluppo, i vini regionali vengono immessi sul mercato dal 1° marzo, quelli locali e crus dal 1° maggio successivo alla vendemmia.

Il primo livello, il più ampio e completo, della piramide DAC della Stiria è costituito dai vini della zona DAC, vini giovani, freschi e fruttati provenienti dalle tre regioni DAC Südsteiermark DDAC Vulkanland Steiermark DAC e Weststeiermark DAC. Ognuno di essi dovrebbe trasmettere una prima impressione fondata dell'intero terroir (cioè terreni, clima, cantina e artigianato) della rispettiva regione e rappresentare il rispettivo vitigno o i vitigni di una possibile cuvée con la massima chiarezza gustativa possibile.

Il livello intermedio della piramide contiene i vini locali. Si tratta di vini provenienti dai rispettivi comuni e regioni di coltivazione delle aree DAC associate. Le uve devono provenire dai rispettivi villaggi e comuni associati. Il terroir è particolarmente evidente in questi vini.

Il livello più alto della piramide di origine del DAC è costituito dalla Stiria crus. Ogni vigneto ha il suo carattere, che è composto dall'orientamento, dall'esposizione al sole e dal terreno. Le uve dei vini provengono da un unico vigneto (Lage) I viticoltori coltivano uno o più vigneti (Lagen). A volte diversi viticoltori condividono un vigneto (Lage).

Sauvignon Blanc della Stiria e cibo:

Gli aromi erbacei e vegetali del Sauvignon Blanc possono essere sottolineati aromaticamente utilizzando erbe fresche di giardino come menta, coriandolo, basilico o dragoncello.

Con i vini più corposi, che spesso mostrano maggiormente i frutti esotici come il mango o il frutto della passione, l'uso di aromi simili creerà bellissimi collegamenti. In ogni caso, il Sauvignon Blanc, con i suoi aromi speziati, si sposa bene con il pesce fritto o alla griglia, con il pollo fritto della Stiria o con i piatti a base di pomodori o le loro salse. Allo stesso modo, piatti con frutti di mare o sushi.

Il bicchiere giusto per il Sauvignon Blanc della Stiria

©

Per il Sauvignon Blanc si consiglia un bicchiere piuttosto stretto con un calice alto, in modo da concentrare gli aromi. Per i vini stagionati e vini cru il bicchiere può essere di media grandezza e avere un calice alto, in modo che l'aroma intenso possa dispiegarsi.

Per quanto riguarda la giusta maturazione per il consumo, è meglio attenersi all'origine: i vini regionali sono solitamente più godibili nei primi due anni dopo la vendemmia, mentre i vini locali possono svilupparsi stabilmente in bottiglia fino a cinque anni. I grandi vini cru della Stiria giocano quindi le loro carte vincenti e possono maturare in vini molto complessi per molti anni ancora.

Una visita al vino della Stiria

Le regioni vinicole della Stiria sono felici di accogliere i visitatori! Sia l'alloggio che la gastronomia offrono un'ampia gamma di opzioni. Dal semplice Buschenschank con affittacamere alla casa di lusso e ai ristoranti gourmet, ce n'è per tutti i gusti e per tutti i portafogli. Sulle otto strade del vino della Stiria vi aspettano attrazioni paesaggistiche e altre mete escursionistiche da scoprire - e naturalmente sempre: ottimi vini!

Cantine associate a Wein Steiermark e wein.plus:

Immagine di testa: ©OeWM/Robert-Herbst

More related Magazine Articles

Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze