wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Il vitigno Blaufränkisch è coltivato in molte regioni d'Europa. Ma in nessun altro luogo ha un significato così forte come nel Burgenland, la provincia più orientale dell'Austria. In tutte le aree di coltivazione della regione, la posizione della varietà è indiscussa. Per il resto, le differenze sono evidenti.

Il lago di Neusiedl e i monti Leitha

Il nord della provincia del Burgenland è dominato dal lago di Neusiedl. Sulla sponda occidentale si trova il Leithaberg, una catena montuosa che protegge la regione dalle correnti fresche e umide del clima alpino-atlantico.

La coppia di viticoltori Gernot e Heike Heinrich di Gols è rappresentativa di molti che sono migrati dai dolci pendii a nord del lago di Neusiedl verso il Leithaberg: "A partire dal 2006 abbiamo affittato dei vigneti in quella zona e oggi due terzi dei nostri vigneti si trovano sul lato ovest del lago. Siamo molto affezionati ai terreni ardesiaci e calcarei perché rendono possibile uno stile di vino diverso. Soprattutto al Blaufränkisch piacciono questi terreni".

Heinrich, che produce circa il 50% di Blaufränkisch nella cantina biodinamica, lo considera "la varietà di vino rosso più eccitante che abbiamo". Sottolinea che un eccellente Blaufränkisch può crescere anche nei siti vicini a Gols, come dimostrano molti suoi colleghi. Ma ama anche il Leithaberg per le sue differenze microclimatiche. "I siti sono esposti a est o a sud-est, il che significa che non ricevono il sole serale. Questo porta ad aromi diversi. Nella fase finale della maturazione, questo è un bene per Blaufränkisch. La foresta sul Leithagebirge fa il resto, si sente un netto raffreddamento la sera. E la diversità del paesaggio è spesso paragonata alla Borgogna in termini di topografia".

Altenberg è quasi un monopolio degli Heinrich. L'Edelgraben di Breitenbrunn è dominato dall'ardesia ed è stato piantato nel 2008. "Su questo terreno sassoso non ho mai piante giovani che crescono troppo velocemente. Quindi mostrano il carattere del terroir fin dall'inizio. A volte raccogliamo solo 1.500 chili dalle 6.000 viti per ettaro. Ogni bacca pesa solo pochi grammi e ha una buccia spessa. Se non si lavora con delicatezza, il vino successivo conterrà troppi tannini. È importante dare tempo ai vini e non berli troppo presto. In questo modo si può ottenere una maggiore complessità e divertimento".

Mittelburgenland e Rosalia

I Monti Rosalien si innalzano fino a 750 metri sul livello del mare lungo il confine tra Bassa Austria e Burgenland. I terreni di loess e terra bruna, combinati con il clima pannonico, fanno di Blaufränkisch la varietà principale.

Il Mittelburgenland è conosciuto anche come "Blaufränkischland". È racchiusa come un anfiteatro da tre catene montuose ed è aperta solo a ovest. Tuttavia, l'influenza del clima pannonico domina sui terreni prevalentemente argillosi. Queste conservano bene l'umidità e proteggono le viti nelle estati calde. Le condizioni migliori per il vitigno, che qui predomina con quasi il 55%.

Da Deutschkreutz e Neckenmarkt, due importanti cittadine della zona, la riva meridionale del lago di Neusiedl è raggiungibile in pochi chilometri in linea d'aria. Una vista particolarmente bella si ha dal Neckenmarkt Hochberg, sul quale passa il confine con l'Ungheria. I cervi si godono spesso questa vista, come spiega Georg Wieder del vigneto Juliana Wieder: "In primavera mangiano i giovani germogli, in autunno l'uva matura. Anche i cervi, i cinghiali e gli uccelli amano scorrazzare da quelle parti, quindi dobbiamo mettere una rete ai nostri vigneti".

Anche le gelate tardive e l'aumento delle grandinate rappresentano una minaccia per la viticoltura. Le fasi di siccità sono un problema soprattutto per i vigneti del Neckenmarkt Hochberg, dove i terreni di micascisto, ortogneiss e calcare conchilifero riescono a malapena a immagazzinare acqua. D'altra parte, questa diversità di terreni consente un ampio spettro di vini Blaufränkisch: delicati, ricchi di finezza, eleganti, minerali o anche potenti, speziati e salati. Per Georg Wieder, un Blaufränkisch ideale di Neckenmarkt è "fruttato-speziato, con mineralità e struttura; tannini maturi, struttura acida fine e tannini devono essere in equilibrio". È importante che il vino si manifesti e che la botte di legno rimanga solo sullo sfondo".

Eisenberg

I terreni dell'omonimo Eisenberg, nel Burgenland meridionale, sono infatti caratterizzati da terriccio ferruginoso e ardesia, che conferiscono ai vini una piccantezza unica. La viticoltura poco strutturata della più piccola regione vinicola dell'Austria - con 500 ettari di vigneti, addirittura meno di Vienna - e la posizione lontana dalle grandi vie di comunicazione e dai centri più importanti hanno portato alla sua commercializzazione come "idillio del vino". Eppure negli ultimi anni si è fatto molto per suscitare la curiosità dei turisti: Hotel di qualità e ristoranti eccellenti attirano sempre più persone interessate. Blaufränkisch in realtà svolge il ruolo principale solo nei due villaggi vicini Eisenberg an der Pinka e Deutsch-Schützen, altrimenti le varietà bianche spesso dominano ancora.

Anche grazie all'impegno di Hermann Krutzler negli anni '70 e '80, l'area precedentemente conosciuta come Südburgenland è stata sempre più associata a Blaufränkisch. Suo figlio Reinhold Krutzler è uno dei protagonisti di Eisenberg. Come nel Mittelburgenland, grandine, gelate tardive e siccità sono le sfide più grandi per lui sull'Eisenberg. Blaufränkisch è la sua varietà preferita: "Il nostro terreno lo caratterizza: ardesia verde e blu, terriccio medio-pesante ricco di ferro. La varietà è in grado di gestire particolarmente bene questo aspetto e produce vini eleganti e raffinati con una certa piccantezza. Quando si lavora con il legno, non si deve mai mascherare il carattere del vitigno, come accadeva 20 anni fa. All'epoca ci si concentrava sull'alcol, sul colore e su un corpo potente. Per noi oggi è molto più importante concentrarci sul vitigno e sui terreni unici di Eisenberg".

Per saperne di più:

Il miglior assaggio attuale di Blaufränkisch dal Burgenland