wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Il consulente Jörg Philipp vive in Cina per una parte dell'anno dal 2011. Con la sua società Degustar, consiglia le cantine sull'esportazione e organizza viaggi ed eventi in Cina. Philipp spiega come le cantine possono avere successo lì.

vino.più Signor Philipp, come posso fare in modo che il vino abbia successo in Cina?

Jörg Philipp: Prima di tutto, bisogna essere consapevoli di due cose: La Cina non ha bisogno di vino dall'Europa. La produzione propria è enorme. C'è ancora molto vino cinese in serbatoi e botti d'acciaio che vuole essere venduto nel paese. Non esiste una dichiarazione globale che i vini europei possano essere venduti in Cina. Così come non esiste una "Cina". La parte abitata del paese si estende su un'area che andrebbe da Malaga in Spagna fino al lontano dietro Mosca - con la stessa diversità culturale. Vini che sono eccellenti per la Cina meridionale possono essere inadatti per la Cina nord-orientale. Come esempio per capire: la Cina meridionale è più adatta ai vini leggeri. Allo stesso tempo, l'acidità è percepita come sgradevole. Questo significa: il Riesling è difficile. Sarebbe adatto al nord della Cina, la gente lì ha una certa tolleranza per l'acidità. Tuttavia, ai cinesi del nord piace piuttosto il vino rosso con un alcol forte. E per forte intendo dal 14 al 16%, perché in queste regioni si preferisce il vino di riso cinese con il 53%. Quindi, uno sguardo ai singoli mercati regionali è molto utile. Nella sola regione del Guangdong, ci sono circa 120 milioni di abitanti che vivono in una cintura. Questo lo rende un mercato a sé stante!

More related Magazine Articles

Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze