wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

123rf
Image header

Un contraffattore di vino cinese è stato condannato a cinque anni di carcere e a una multa di 32.000 euro. Ha confessato di aver riempito e venduto 786 bottiglie di vino di marca con etichette contraffatte, tra cui Petrus e Château Lafite Rothschild e il suo secondo vino Carruades de Lafite. La polizia ha confiscato centinaia di bottiglie di vino di marca e di bottiglie vuote, oltre a capsule di alluminio e macchine per l'imbottigliamento. Il truffatore e due suoi soci avevano messo in piedi un vero e proprio giro di contraffazione tra il marzo 2020 e il novembre 2021.

La Corte del Popolo cinese ha condannato l'uomo per violazione del marchio e ha pubblicizzato il caso durante la Settimana nazionale della proprietà intellettuale cinese. La speranza è quella di sensibilizzare i consumatori sui pericoli derivanti dall'acquisto di vini rinomati da fonti non verificate. I truffatori cercano ripetutamente di vendere vini contraffatti a prezzi leggermente inferiori a quelli dei rivenditori autorizzati. Sostengono che i vini sono di contrabbando ma autentici. Una bottiglia autentica di Petrus costa in Cina l'equivalente di circa 6.400 euro.

Dal 2020, le autorità di polizia cinesi stanno adottando misure più severe contro i contraffattori di vino. Nel gennaio 2023, ad esempio, durante una retata nella provincia di Fujian sono state scoperte 40.000 bottiglie di vino contraffatte, tra cui Lafite e Penfolds, per un valore sul mercato nero di oltre 130 milioni di euro.

(al / Fonte: Decanter e altri)

Altro sull'argomento:

PIÙ NOTIZIE Mostra tutti

Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER