wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Il gruppo vinicolo francese Les Grands Chais de France (LGCF) ha rilevato la storica tenuta vinicola Neethlingshof a Stellenbosch, in Sudafrica. La tenuta ha già oltre 100 ettari di vigneto, ma LGCF prevede di piantare altri 27 ettari nei prossimi due anni. Nel 2021, Neethlingshof ha prodotto 600.000 bottiglie. L'obiettivo dell'azienda è quello di raddoppiare questa cifra fino a 1,2 milioni entro il 2024.

La tenuta Neethlingshof fu fondata nel 1692 dal colono tedesco Willem Barend Lubbe e passò di mano diverse volte. Nel 1985, il banchiere tedesco Hans Joachim Schreiber acquistò la tenuta. È sinonimo di produzione di vini vegani di alta qualità, come The Estate, The Short Story Collection e la serie 1802 Collection.

"Neethlingshof è una delle aziende vinicole più famose del Sudafrica, con una reputazione eccezionale per la produzione di vini pluripremiati", afferma Mark Kears, direttore generale di LGCF per il Regno Unito e l'Irlanda. Il gruppo con sede in Alsazia è il più grande esportatore di vino in Francia e anche il più grande produttore privato del Paese, con 68 tenute sparse in tutto il Paese. Con marchi come Calvet e J.P. Chenet, il gruppo è fortemente rappresentato sui mercati internazionali.

L'azienda ha cambiato solo di recente la propria strategia aziendale e da allora si è sempre più concentrata sull'acquisto di cantine in tutto il mondo. Così, la LGCF ha rilevato le cantine Las Niñas a Colchagua (Cile), Castillo de Aresan in Spagna e Danubiana in Ungheria.

(ru / Fonte: Decanter; Foto: Neethlingshof)

Eventi nelle tue vicinanze