wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Martedì 1 novembre

SWR Television, ore 7.05.

La chiesa del monastero di Maulbronn

La chiesa del monastero di Maulbronn ha più di 800 anni, ma non ha perso nulla del suo splendore. Il film visita un sacerdote, un libraio e un vignaiolo che, a modo loro, convivono con il monastero cistercense e le sue storie. Il viticoltore Frank Jaggy rende omaggio ai cistercensi che vivevano qui. Ammira il modo in cui le secolari terrazze in pietra sono state costruite per la viticoltura. Le macchine più grandi e moderne difficilmente riescono a passare da qui. Così lavora interamente nella tradizione dei monaci, che sapevano come sfruttare la posizione del sole al meglio per il loro vino equo e monastico.

Martedì 1 novembre

Phoenix, ore 11.15.

I castelli d'Europa
Baden-Württemberg

I castelli più belli d'Europa sono presentati in questa serie di documentari in cinque parti. Il viaggio ci porta nella Loira francese, nello stato tedesco del Baden-Württemberg, nell'Inghilterra meridionale, nel Piemonte italiano e in Portogallo nei castelli di Lisbona. Vengono mostrati sia gli edifici che le persone che li abitano, li mantengono o li reinventano. A nord del Giura Svevo, nella regione del Medio Neckar, sorge il più grande complesso di palazzi barocchi non distrutti della Germania. Il palazzo residenziale di Ludwigsburg è collegato da ampi viali al più piccolo palazzo sul lago di Monrepos e al palazzo di piacere Favorite. Oggi, il parco romantico di Palazzo Monrepos ospita una cantina di recente costruzione gestita da Michael Herzog von Württemberg. La tradizione della tenuta risale al XIII secolo.

Martedì 1 novembre

3sab, ore 17.15

Da Porto lungo il Douros - alla terra del vino porto

Porto è famosa per il vino di Porto, ma anche per i suoi tram nostalgici. La più popolare è la linea 1, la "Infante", che prende il nome dallo scopritore Enrico il Navigatore. Anche una linea ferroviaria molto speciale, la "Linha do Douro", parte da Porto. La linea si snoda lungo il fiume Douro, nel mezzo della regione vinicola designata dall'UNESCO: solo lì si può coltivare l'uva per il popolare vino porto.

Martedì 1 novembre

3sab, ore 18.45.

Glacier Express - Da St. Moritz al Cervino

Il viaggio sul Glacier Express è uno dei viaggi ferroviari più famosi al mondo: otto ore tra St. Moritz e Zermatt con quasi 300 chilometri di paesaggi alpini svizzeri. Il tratto più ripido inizia prima di Stalden, al 125 per mille. Un po' meno per mille viene servito qui in bicchieri obliqui sul treno - Heidawein. I bicchieri da vino sono inclinati in modo da stare in piedi sul tavolo durante il ripido viaggio in montagna. Il vino, tra l'altro, proviene dalla zona.

Martedì 1 novembre

hr televisione, ore 21.00.

Riesling in pericolo - Un viticoltore sfida il cambiamento climatico

Per Bärbel Weinert si sta concludendo un'estate difficile: caldo, siccità, poca acqua. Il cambiamento climatico è la sfida più grande dei prossimi decenni. Il Riesling di Geisenheim può sopravvivere? Cosa bisogna fare? Bärbel Weinert canta come prima donna in un gruppo rock - ed è la prima direttrice donna dell'azienda vinicola del Principe d'Assia, oltre a essere una delle poche donne di successo al di fuori della viticoltura familiare in Germania. Donato Langravio d'Assia scelse deliberatamente la giovane donna per dirigere la sua azienda vinicola a Johannisberg/Geisenheim. Il 39enne dovrà rendere la rinomata azienda di Riesling adatta al futuro: sostenibile, ecologica, moderna e ad alto rendimento, oltre a garantire la tradizione e la qualità del Riesling di successo per il futuro.

Bärbel Weinert, primo direttore della cantina del Principe d'Assia.

HR

Mercoledì 2 novembre

Televisione bavarese, ore 22.00.

DokThema
Coltivare sotto gli alberi - Gli agricoltori scoprono l'agroforestale

In Francia si sa già molto sull'agroforestazione grazie al lavoro dello scienziato agrario Christian Dupraz. Il suo campo sperimentale nel sud della Francia produce ora raccolti migliori rispetto a campi analoghi senza alberi. In tutta la Linguadoca, la più grande regione vinicola francese, alcuni viticoltori stanno già piantando alberi protettivi tra le viti.

Giovedì 3 novembre

Televisione NDR, ore 15.00.

die nordstory - Splendore e segreti dietro le vecchie mura
Il Municipio di Brema, patrimonio culturale dell'umanità

Più di 200 persone lavorano nel magnifico municipio di Brema, dove il Senato di Brema ha governato dal 1612 fino ad oggi. Ed è proprio così che esiste la cantina di fama mondiale, che ospita 100.000 bottiglie provenienti dalle regioni vinicole tedesche.

Venerdì 4 novembre

3sab, ore 14.05.

Il Tagliamento - Re dei fiumi alpini

Seguire il "Re dei fiumi alpini" è un viaggio di contrasti. Sorge al "Passo della Mauria", attraversa la Carnia, accoglie il Fella dalla Val Canale e sfocia dalle montagne nella pianura friulana presso Gemona. Più a valle, l'enologo Emilio Bulfon ha trovato le condizioni migliori per coltivare antiche varietà di uve autoctone sulle colline e sulle terrazze lungo il fiume.

Venerdì 4 novembre

Televisione svizzera SRF1, ore 15.50.

Un'estate in Alto Adige
Romanticismo, Germania 2021

Franziska Gasser (Maike Jüttendonk) non ha mai voluto rimettere piede nel suo vigneto di casa in Alto Adige. Il risentimento nei confronti del padre Josef, conservatore, che ancora divide i suoi compatrioti in "tedeschi" e "italiani", è troppo profondo. Tuttavia, dopo che il padre è rimasto inabile a causa di un incidente d'auto, la studiosa capocantina si precipita in aiuto della madre Teresa, perché la vendemmia è imminente e c'è bisogno di ogni aiuto. Franzi si trova in un dilemma: non vuole in nessun caso rilevare l'azienda vinicola dei suoi genitori. Sa che non sarebbe in grado di lavorare insieme al padre. Inoltre, può realizzare la sua visione della viticoltura solo su grandi vigneti. Allo stesso tempo, non vuole abbandonare la madre.

Venerdì 4 novembre

Televisione bavarese, ore 19.30.

Locande di campagna

"Landgasthäuser Burgenstraße" - Rothenburg e Frankenhöhe Le delizie culinarie della Franconia e le attrazioni lungo la Burgenstraße fanno parte dell'itinerario di "Landgasthäuser" questa volta. Dalla romantica Rothenburg ob der Tauber, il percorso conduce attraverso i vigneti più meridionali della Franconia fino al Frankenhöhe nell'Alta Valle dell'Altmühl. Questa volta nel menu "Landgasthäuser": Winzerroulade con salsa al vino rosso Regent e verdure del mercato del Ristorante Glocke. Coscia di maiale in agrodolce con gnocchi di patate al ristorante Reichsküchenmeister di Rothenburg.

Venerdì 4 novembre

hr televisione, ore 20.15.

Bordeaux e il sud-ovest della Francia
Dove i buongustai sono di casa

In Francia si dice da tempo che Bordeaux sia una seria rivale di Parigi. Bordeaux ha prodotto i filosofi Michel de Montaigne e Montesquieu, la sua architettura è un esempio di classicismo e Bordeaux è la capitale mondiale del vino. Una visita al museo del vino "Cité du Vin" è d'obbligo. Christine Seemann volta le spalle alla costa e si dirige verso est, nel cuore del Bordelais, a Saint Émilion. Questa regione vinicola dolcemente collinare è stata la prima a essere inserita nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Saint Émilion, infatti, è una sintesi delle arti e si inserisce pittorescamente nel paesaggio, ricco di angoli incantati e tesori architettonici. A settembre, la Jurade, la confraternita del vino, dà il permesso per la vendemmia: un motivo per festeggiare. Lo spettacolo emozionale incanta non solo gli amanti del vino.

Vista di Saint-Émilion, famosa per i suoi vini Bordeaux.

HR

Sabato 5 novembre

SWR Television, ore 18.05.

In questo paese
La strada del vino a Siebeldingen

Siebeldingen si trova sul Queich, nel distretto della Südliche Weinstraße, e appartiene al comune di Landau-Land. Il villaggio è stato menzionato per la prima volta in un documento dell'imperatore Federico II di Staufer. È un antico villaggio di viticoltori con dodici cantine. Non c'è quindi da stupirsi se una delle strade più importanti qui si chiama proprio "Weinstraße". SWR presenta una cantina, un'osteria, un mulino e il Geilweilerhof come istituto di allevamento della vite.

Domenica 6 novembre

SWR Television, ore 17.15.

Delizioso in campagna
Un ospite di Rita Sester a Ortenau

La fattoria della Foresta Nera di Rita Sester e suo marito Thomas è circondata da frutteti e vigneti. La famiglia consegna l'uva alla cooperativa locale di viticoltori. Tutti e tre i figli, i suoceri di Rita, i parenti e gli amici aiutano nella vendemmia. I Sester propongono anche "dormire nel frutteto" come vacanza avventurosa nella natura - con le botti come oasi per dormire e vivere.

Lunedì 7 novembre

arte, ore 11.40.

L'ora dei pasti!

La nuova serie di documentari esplora gli aspetti storici e antropologici del cibo. Si tratta di cibo quotidiano, dell'importanza del pane, del vino e delle spezie e del cambiamento delle abitudini alimentari nel corso dei secoli.

Martedì 8 novembre

ARD-alpha, ore 9.30.

Il Kaiserstuhl

Come si è formato il suolo su cui viviamo? Com'era questo posto milioni di anni fa? Le formazioni geologiche influenzano l'agricoltura e l'industria? Queste e molte altre domande sono affrontate nella nuova serie "Geo-Tour". Le animazioni al computer riportano in vita, tra l'altro, il Mar Giurassico. Il Kaiserstuhl - una piccola altura simile a un'isola nel mezzo del Graben del Reno superiore, famosa per i buoni vini e il clima soleggiato. Sotto la sua superficie, il Kaiserstuhl nasconde una storia insolita della sua formazione. Anche durante un trattamento rilassante di fango, la geologia è in gioco. Ma la roccia vulcanica fonolite non solo fornisce la materia prima per i trattamenti benessere, ma produce anche suoni mistici. Altri tesori attendono di essere scoperti nel suolo del Kaiserstuhl: dai tartufi aromatici agli splendidi cristalli. Gli uccelli si recano qui dalle savane dell'Africa per creare le loro cavità di nidificazione nel terreno di loess. Ma come si è formato il loess?

Mercoledì 9 novembre

ORF 2, ore 20.15.

L'Austria al suo meglio
Bassa Austria - Nel Weinviertel settentrionale

Questa volta il viaggio porta Hans Knauß e il suo team in Bassa Austria, nel Weinviertel settentrionale. Per decenni quest'area è stata segnata da un confine invalicabile tra Occidente e Oriente, chiamato "la cortina di ferro". Questa è storia da 33 anni e da allora gli abitanti di questa regione vivono in un rapporto di buon vicinato con la confinante Repubblica Ceca e la sua popolazione. Il programma prevede un variegato programma musicale e un caratteristico paesaggio plasmato dalla cultura del vino. Hans Knauß incontra interlocutori emozionanti e le loro storie.

Giovedì 10 novembre

arte, ore 12.45.

City Land Art
Creta: vino in ogni momento!

Nel paesaggio pietroso e montuoso di Creta, uliveti e vigneti si estendono a perdita d'occhio. I villaggi dell'isola mediterranea coltivano una tradizione millenaria: per augurarsi il buongiorno al mattino o per incoraggiarsi a vicenda, si beve vino! Che si tratti della civiltà minoica, della Repubblica di Venezia o dell'Impero Ottomano, il vino è la ricchezza dei cretesi e rafforza ancora oggi lo spirito di resistenza di questo popolo dal carattere forte.

Venerdì 11 novembre

ARD-alfa, 21.45

alfa-retro: Italia deliziosa - Toscana (1995)

Andiamo al Castello di Brolio del Barone di Gaiole, che si entusiasma per la produzione del suo Chianti presso la cantina Ricasoli.

Sabato 12 novembre

Televisione WDR, ore 14.55.

Delizie senza frontiere
Trento - Capitale della cultura in Trentino

Björn Freitag e Tamina Kallert fanno un'affascinante visita alla cantina sotterranea di un'azienda vinicola dove sono conservate milioni di bottiglie di spumante.

Sabato 12 novembre

hr televisione, ore 16.45.

La Valle del Reno per i buongustai
Dalla serie "Assia à la carte

Dopo la vendemmia, nel Rheingau è tornata la pace. Una bella occasione per fare un'escursione tra i vigneti colorati e poi gustare un buon pasto. Il Rüdesheimer Schloss di Breuer serve anatra ripiena di datteri e fichi.

Domenica 13 novembre

Televisione NDR, ore 13.45.

Il sud dell'Istria - Paradiso delle vacanze sull'Adriatico croato

Istria: Questa parte della Croazia non è solo estremamente popolare tra i vacanzieri estivi, ma anche tra i buongustai. La penisola, con le sue coste rocciose a ovest, le baie balneari a est e un entroterra che difficilmente potrebbe essere più fertile, è una delle migliori regioni gastronomiche del Paese per una buona ragione: i migliori tartufi, il miglior olio d'oliva e vini rinomati senza fine. Ciò che cresce e viene prodotto qui soddisfa gli standard più elevati.

Domenica 13 novembre

Televisione bavarese, ore 19.15.

Sotto il nostro cielo
Intorno all'Ötscher
Nel Mostviertel e nel Mariazellerland

Nella fattoria di Adolf e Leopoldine Adelsberger, nella piccola valle di Erlauf, ci sono meli e peri da cui si producono succhi e grappe di frutta. Anche gli antichi mestieri si trovano ancora in molti luoghi. La bottaia Schneckenleitner della città di Waidhofen, fondata nel 1880, non si preoccupa, perché le sue botti di rovere sono richieste dai viticoltori di tutto il mondo.

Domenica 13 novembre

ZDF info, ore 22.30.

Il potere dei super-ricchi
I Rothschild

Oltre alle banche private che esistono ancora oggi, i Rothschild si dedicano soprattutto alla viticoltura. Ma anche se non hanno più voce in capitolo sulle sorti della guerra e della pace, l'influenza dei cinque figli di Mayer Amschel Rothschild sulla storia europea si fa sentire ancora oggi.

Lunedì 14 novembre

arte, ore 10.45.

GEO Reportage
L'incanto della Mosella

La sorgente della Mosella si trova nei Vosgi meridionali, le cui fitte foreste hanno ispirato un teatro di fama mondiale. Sui suoi pendii di ardesia assolati si trova uno dei vigneti più ripidi del mondo: il Calmont. Lungo i suoi 544 chilometri, la Mosella dà forma a un paesaggio culturale secolare e a persone i cui destini sono saldamente legati ad essa da generazioni. "GEO Reportage" visita fate ed elfi, si arrampica sulle gigantesche turbine delle centrali elettriche e sorvola il ripido Calmont. Kilian Franzen è uno dei giovani e creativi viticoltori della Mosella. I suoi vigneti nel Calmont hanno una tradizione. I terreni di ardesia tipici della Mosella, i pendii ripidi e protetti dal sole e dalle intemperie, offrono le migliori condizioni per la viticoltura.

Lunedì 14 novembre

arte, ore 12.45.

Città Arte del Territorio - Vosgi

Tra i piaceri alcolici della Champagne e della Borgogna, i Vosgi offrono un ristoro astemio. In questa regione di bassa montagna della Francia orientale non ci sono quasi vigneti, ma sorgenti minerali famose in tutto il mondo come Vittel e Hépar.

Martedì 15 novembre

3sab, ore 17.40.

Le linee ferroviarie da sogno della Svizzera
Dalla regione dei Tre Laghi attraverso Lavaux a Ginevra

Verso sud, il treno attraversa tranquillamente la regione di Friburgo. Dopo il tunnel di Puidoux, si apre uno spettacolo magico per i passeggeri del treno: I vigneti di Lavaux in primo piano, il lago di Ginevra blu scintillante alle spalle e le pendici innevate del Monte Bianco in lontananza. Le terrazze coltivate a vigneto del Lavaux sono state dichiarate Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 2007. La famiglia di Christelle Conne gestisce qui un vigneto da generazioni e permette al team del film di dare uno sguardo dietro le quinte.

Mercoledì 16 novembre

Televisione bavarese, ore 22.00.

DocTopic
Funghi supereroi

Patrik Mürner di Lucerna è un appassionato di funghi fin dall'infanzia. Il designer di prodotti studiati ha studiato intensamente i miceli e i corpi fruttiferi per anni e nel frattempo ha abbandonato la sua professione di studioso per questo scopo. Una delle sue principali aree di ricerca è la bonifica dei terreni inquinati con l'aiuto dei funghi. Presto vorrà utilizzare questo metodo per ripulire un'area industriale inquinata dallo zinco che si trova davanti alla sua porta di casa: Pulire biologicamente, invece di impacchettare e conservare lo scavo inquinato. In un vigneto biologico, Patrik Mürner aiuta anche a rafforzare le viti con micelio fungino liquido. E sta lavorando a un materiale di imballaggio organico ricavato dai funghi, che un gruppo di studenti svizzeri vuole commercializzare.

Giovedì 17 novembre

Televisione MDR, ore 19.50.

Thomas Junker in viaggio - Tante novità in Oriente

Milesti Mici, nella Repubblica di Moldova, è la più grande cantina del mondo con circa 1,7 milioni di bottiglie di vino. Si trova in un sistema di tunnel lungo circa 200 km, scavato in passato per ottenere materiale da costruzione per la città di Chişinău, distrutta durante la Seconda guerra mondiale. La viticoltura nella Repubblica di Moldova ha una lunga tradizione, simile a quella delle vicine Romania e Ucraina.

La viticoltura è uno dei principali pilastri dell'agricoltura della Repubblica di Moldova.

MDR/Thomas Junker

Giovedì 17 novembre

DMAX, ore 22.15.

Cal Fire - Allarme antincendio in California

Due enormi incendi hanno già distrutto più di 18.000 ettari di terreno nello Stato americano della California. Nella Napa Valley, le fiamme si stanno avvicinando a una zona vinicola. Lì sono in pericolo non solo le vigne, ma anche gli impianti di produzione e le case. Le truppe di terra stanno cercando di contenere l'inferno con fasce tagliafuoco. Nella contea di Santa Cruz, un incendio selvaggio si sta spostando attraverso boschi di querce e sequoie verso le aree densamente popolate di Felton e Mount Hermon. Lì, il caposquadra Patrick Walker e la sua squadra stanno preparando un controfuoco.

Venerdì 18 novembre

Televisione WDR, 21.00

L'Emscher - La meraviglia blu

La regione della Ruhr è cambiata dopo la fine dell'estrazione del carbone. E l'Emscher è uno dei segni più evidenti: La trasformazione da fogna a cielo aperto a fiume pulito e rinaturalizzato, con paesaggi golenali e nuova vita per animali e piante. Sarà presentata anche Tina Krachten, l'enologa del primo vino rosso Emscher.

Sabato 19 novembre

hr televisione, ore 18.45.

Riesling in pericolo - Un viticoltore sfida il cambiamento climatico

Per Bärbel Weinert si sta concludendo un'estate difficile: caldo, siccità, poca acqua. Il cambiamento climatico è la sfida più grande dei prossimi decenni. Il Riesling di Geisenheim può sopravvivere? Cosa fare ora? Bärbel Weinert canta come front woman in una rock band, è la prima direttrice dell'azienda vinicola del Principe d'Assia e una delle poche donne di successo al di fuori della viticoltura familiare in Germania. Donato, langravio d'Assia, scelse deliberatamente la giovane donna per dirigere la sua azienda vinicola nel Rheingau. Il 39enne dovrà rendere la rinomata tenuta di Riesling adatta al futuro: sostenibile, ecologica, moderna e ad alto rendimento.

Domenica 20 novembre

SWR Television, ore 21.00.

Fascino Austria: Burgenland

Il Burgenland è considerato un caso speciale sotto molti aspetti. Situata ai piedi delle Alpi, questa terra pianeggiante si estende nella parte orientale dell'Austria. Viziata dal sole e modellata dal vento, questa è la famosa regione vinicola. Per decenni, il Burgenland è stato considerato un bambino problematico dal punto di vista economico: costeggiando il confine con l'Ungheria, è stato tagliato fuori dal commercio e dall'innovazione per decenni dalla cortina di ferro. Ma questo è successo ieri. Il Burgenland guarda al futuro con lungimiranza. Qui si trova anche un viticoltore che non conserva il suo vino in cantina, ma nel lago di Neusiedl.

Lunedì 21 novembre

3sab, ore 14.00.

Burgenland - il cortile più bello dell'Austria

Martin Weinek, attore molto noto in Austria, coltiva con la moglie Eva l'Uhudler, che è controverso tra gli intenditori di vino, e ne è diventato il più grande sostenitore. Nel frattempo, i due esportano anche negli Stati Uniti.

Lunedì 21 novembre

3sab, ore 14.45.

Slovenia - Viaggio nella terra delle leggende e dei miti

La Slovenia è la terra dei 1.000 volti. In un'area molto piccola troverete paesaggi meravigliosi che non potrebbero essere più diversi. Ci sono, ad esempio, le alte vette delle Alpi Giulie con gole e valli fluviali, affascinanti grotte e aree carsiche o allegri villaggi vinicoli, nonché pittoresche città costiere come la veneziana Pirano.

Martedì 22 novembre

Televisione MDR, ore 21.00.

I viticoltori della Valle dell'Elba
Il paesaggio vinicolo unico della Sassonia

Con circa 500 ettari di vigneti, la Sassonia è una delle 13 regioni vinicole più piccole della Germania. Qui si raccolgono Goldriesling, Weißburgunder, Kerner, Dornfelder o Spätburgunder, oltre a Traminer e Riesling a fine stagione. Nel 2022, contrariamente alle aspettative, la raccolta è stata rapida, breve e precoce - e il risultato è stato migliore del previsto. "Sarà una buona annata", afferma Felix Hößelbarth, presidente dell'Associazione dei viticoltori sassoni. Per questo motivo le previsioni possono essere leggermente corrette verso l'alto. "È un po' meno del raccolto passato e quindi ipotizziamo 2,3-2,4 milioni di litri per la Sassonia". Si tratta del 5-10% in meno rispetto al 2021, ma la qualità è migliore. I viticoltori erano molto stressati a causa del cambiamento climatico di fine estate. Il problema non era il freddo, ma il bagnato, ha detto il responsabile dell'associazione. Solo a Radebeul sono cadute più precipitazioni che nei sette mesi precedenti. "Questo è meno favorevole per la viticoltura". All'inizio della raccolta, a fine agosto, si prevedevano ancora caldo e siccità. La situazione è stata ribaltata. "Quello che di solito arrivava in sei-otto settimane, questa volta è arrivato in quattro-cinque settimane", ha detto Hößelbarth.

Giovedì 24 novembre

arte, ore 12.40.

City Land Art
California, vino nuovo in otri vecchi

Tra l'Oceano Pacifico e la Sierra Nevada si estendono le vaste e fertili pianure della California, dove non prospera solo il vino. I missionari europei portarono le tradizioni vitivinicole del vecchio continente sulla costa occidentale degli Stati Uniti alla fine del XVIII secolo. Nel frattempo, il vino californiano gode di una reputazione mondiale e ha persino ricevuto un cavalierato nel 1976, quando la giuria dei vini di Parigi gli ha dato la precedenza sui prodotti francesi.

Le vaste e fertili pianure della California si estendono tra l'Oceano Pacifico e la Sierra Nevada, e non è solo il vino a prosperare qui.

Elefante Doc

Venerdì 25 novembre

3sab, ore 12.55.

37° Vita
Nella tradizione dei suoi genitori

La giovane enologa Sophie Egert (26 anni) e l'esperto di costumi tradizionali Simon Stöger (26 anni) portano una ventata di novità nell'azienda di famiglia dei genitori. Perché la tradizione è il loro mestiere: mentre Sophie, insieme al fratello, sta introducendo cambiamenti fondamentali nell'azienda dei genitori nella regione Rheingau dell'Assia, Simon Stöger dell'Alta Baviera si concentra sulla coerenza. Vuole cambiare solo lo stretto necessario. Entrambi sono profondamente radicati nella loro patria. L'enologa Sophie e Simon, un Säckler, cioè un fabbricante di lederhosen, amano la cultura in cui sono cresciuti. Il vino e le feste di paese sono eventi importanti nella loro vita e fin da piccoli ne sono stati coinvolti. Anche Simon è entusiasta di Schuhplattler. Sophie ha ideato un proprio marchio di spumanti e Simon vuole contrastare la tendenza del costume tradizionale, in cui dirndl e lederhosen stanno diventando prodotti di massa, con un artigianato tradizionale e di alta qualità. Per entrambi è un gioco di prestigio essere all'altezza delle idee dei genitori e allo stesso tempo stare al passo con i tempi per mantenere l'attività in futuro.

Lunedì 28 novembre

arte, ore 17.50.

L'acqua è il futuro
L'Emscher: il miracolo nella pentola del carbone

È il ritorno di un piccolo fiume e di un intero paesaggio: l'Emscher, nella zona della Ruhr, per decenni il fiume più sporco d'Europa, sta per essere ripristinato da un canale di scarico utilizzato a livello industriale a un sistema fluviale naturale. Dove un tempo fumavano le ciminiere, oggi ci sono laghi, foreste e persino vigneti. Le persone stanno scoprendo il loro "Pott", che è stato rinverdito, come una regione naturale unica con una storia industriale.

Mercoledì 30 novembre

3sabato, ore 10.20.

Fascino Croazia

Tra monumentali formazioni rocciose e acque azzurre si trova la Croazia. Il Paese è vario come la sua storia. I quattro milioni di abitanti guardano al loro passato con orgoglio. Le tradizioni vengono coltivate o riportate in vita. I vigneti raccontano la storia travagliata di un intero Paese. A quasi 30 anni dalla sua fondazione, la Repubblica di Croazia sta riscoprendo le proprie tradizioni vitivinicole, facendo così i conti con il proprio passato.

Mercoledì 30 novembre

3sabato, ore 11.05.

Montenegro
Dalle montagne nere al mare

Il Montenegro, paese del vino, deve il suo nome alle montagne nere. E la guida montenegrina Šuco ritiene: "Voi potete fare le auto - ma noi possiamo fare il prosciutto, il vino e il miele".

ARD-Mediathek

Spedizione in patria
Paese del vino Valle di Tauber

Link al programma

Il programma è stato trasmesso il 22 ottobre 2021 alle20.15 sulla televisione SWR.

La Valle del Tauber non è solo un paradiso per escursionisti e ciclisti, ma anche per gli intenditori di vino. Qui si possono trovare vini provenienti da ben tre regioni vinicole tedesche: Franconia, Baden e Württemberg. E molte persone straordinarie e luoghi unici. La presentatrice di SWR Annette Krause visita per prima cosa l'azienda vinicola Wille, gestita esclusivamente da donne. Una di loro, Michaela Wille, è la Regina del Vino della Valle del Tauber, sua sorella Christina la Principessa del Vino. Insieme alla madre e alle sorelle, gestiscono il negozio. Senza dubbio, il vino di culto della Valle del Tauber è il Tauberschwarz, perché può essere coltivato solo in questa regione. Il vitigno era caduto nell'oblio fino a quando non è stato riscoperto e reimpiantato circa 50 anni fa. Matthias Balbach ricorda come suo nonno sia diventato un pioniere del Tauberschwarz e quanto sia impegnativo mantenere in vita questo vitigno esigente. Il piccolo villaggio di Auernhofen ospita due noti produttori di vino che coltivano i loro vini nella Valle del Tauber. Christian Stahl, che ha fatto scalpore per i nomi dei suoi vini: che si tratti di "Narcotici", "Tacchino freddo" o "U-Haft", tutti sono andati esauriti in poco tempo. La maggior parte delle bottiglie sarebbe stata ordinata da dipendenti della polizia e della procura. È lo chef del suo ristorante, dove i vini non seguono il cibo come di consueto, ma viceversa. Il suo vicino di casa, Stephan Krämer, fa scalpore in modo diverso: i suoi vini sono biologici, i suoi metodi di produzione senza compromessi. Si definisce un viticoltore naturale. Mentre i prodotti suscitano polemiche nel suo Paese, vanno a ruba negli Stati Uniti, in Svezia o in Giappone. A Bad Mergentheim / Markelsheim, lo Jakobshof della famiglia Lehr offre originali gite tra i vigneti: in un carro giallo di legno con tanta musica e ancora più vino. Chi desidera pernottare qui, nell'idillio dei vigneti, può farlo in grandi e accoglienti botti di legno o in un carro da trapper.

La presentatrice televisiva Annette Krause (al centro) al Winzerhof Wille con la regina del vino della Valle del Tauber Michaela (a sinistra) e la principessa Christina Wille (a destra).

SWR/Jo Müller

ZDF-Mediathek

Nobile goccia
"Piano B" su ZDF per il vino di domani

Link al programma

Il Riesling avrà ancora il sapore del Riesling nel 2050? I cambiamenti climatici si ripercuotono sulla vite e sull'uva. Il "piano B" mostra come i viticoltori stiano cercando un modo per salvare il loro vino, e con esso il clima. I vigneti soffrono il caldo estremo e le piogge torrenziali. Allo stesso tempo, la produzione di vino provoca gas a effetto serra che contribuiscono al riscaldamento globale. Il mondo del vino e la scienza sono alla ricerca di soluzioni a questo dilemma. Il direttore della tenuta Ralf Bengel è responsabile della tenuta vinicola "Schloss Vollrads", famosa in tutto il mondo, nel Rheingau. Da 27 generazioni, i nobili signori della tenuta, la famiglia Greiffenclau, coltivano un unico vitigno: il Riesling. E vogliono che rimanga così. Ma le condizioni climatiche estreme stanno attaccando le piante. Per questo motivo il direttore della tenuta sta collaborando con i ricercatori della vicina Università di Geisenheim. Il loro obiettivo è ambizioso: creare piante di Riesling in grado di resistere ai cambiamenti climatici. L'enologa siciliana Arianna Occhipinti si affida esclusivamente alle forze della natura. Non irriga le sue piante e confida nel fatto che le radici saranno sempre più profonde finché non riceveranno l'acqua dal terreno. E questo nel sud dell'Europa, dove la scorsa estate è stata misurata una temperatura record di 48,8 gradi Celsius. Ma produrre il loro vino naturale interamente senza additivi paga, per loro e per l'ambiente. Il viticoltore Franz Wehrheim, nel Palatinato, persegue l'obiettivo di rendere il vino completamente neutrale dal punto di vista climatico. Chiede il supporto della consulente di gestione Helena Ponstein. Sa come le aziende vinicole possono migliorare la loro impronta di carbonio, ad esempio per quanto riguarda l'imballaggio. L'imballaggio è responsabile di oltre la metà delle emissioni di CO2 nella produzione del vino.

Il programma può essere modificato con breve preavviso.

Related Magazine Articles

Mostra tutti
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze