wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

La precedente impennata della Borgogna risale al 2018-2019. I prezzi si sono poi stabilizzati, ma hanno ripreso il volo nel corso della pandemia. Ma lo stanno facendo sullo sfondo di un mercato molto più ampio per la Borgogna. Rimane la regione in più rapida espansione nel mercato secondario. Nel 2018 sono stati scambiati 829 vini di Borgogna. Nel 2022 saranno 1.859.

Una delle peculiarità della regione è il numero di vini che un singolo dominio può produrre e l'aggiunta di etichette négociant non fa che aumentare questo bacino. In alcuni casi sono proprio questi vini ad aver subito i maggiori aumenti di prezzo negli ultimi tempi.

Se ne è già parlato a proposito del Domaine Leroy, ma è vero anche per la seconda etichetta più potente di quest'anno, il Domaine Arnoux-Lachaux.

La tenuta è stata una delle stelle nascenti della regione per alcuni anni, ma la domanda è esplosa nel 2021-2022. La performance media dei prezzi è stata del 487,2%, ma alcuni vini sono aumentati di oltre il 1.000%. Alcuni dei maggiori aumenti di prezzo sono stati registrati per l'etichetta négociant Charles Lachaux, che (come Leroy) offriva un punto di ingresso accessibile a un marchio vinicolo in ascesa e da allora hanno raggiunto nuovi massimi.

Al contrario, gli scambi sia per Arnoux-Lachaux che per Charles Lachaux sono diminuiti con il passare del 2022, soprattutto per quest'ultimo. È possibile che si tratti di un marchio che si è già surriscaldato per alcuni, che non possono permettersi di acquistarlo.

Ciò solleva ancora una volta la questione della sostenibilità dei prezzi della Borgogna. La speculazione è indubbiamente un problema, ma in definitiva l'offerta non è ancora sufficiente se la domanda continua a crescere.

Inoltre, l'imminente uscita della vendemmia 2021 non produrrà quasi nessuna riserva fresca. Questo probabilmente manterrà i prezzi alti, ma alcuni potrebbero non salire alla stessa velocità.

Torna a Power 100

© Foto: Uwe Kauss

Related Magazine Articles

Mostra tutti
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze