wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Image header

Il Vinexpo di Bordeaux, una delle fiere del vino più grandi e importanti del mondo, ha dedicato per la prima volta nella sua storia una giornata della fiera a un vitigno. I responsabili hanno scelto il Riesling per questo scopo. L'amministratore delegato della fiera, Guillaume Deglise, ha dovuto spesso giustificare in anticipo questa scelta. Il motivo di questa decisione: ama il Riesling e gli fa piacere concentrarsi su di esso a Bordeaux, tra tutti i posti, riferisce il German Wine Institute (DWI).

Inoltre, riunisce paesi produttori di vino come Germania, Francia, Australia e Stati Uniti. Il DWI aveva sostenuto l'iniziativa con molta energia. Più della metà di tutte le viti di Riesling nel mondo crescono nelle 13 regioni viticole tedesche, e la Germania esporta vini Riesling in più di 140 paesi.

Agli organizzatori della fiera francese è piaciuto particolarmente il concetto di "Generazione Riesling". Hanno organizzato un picnic a base di Riesling sulla riva del lago accanto alla gigantesca sala espositiva. Inoltre, Romana Echensperger MW ha moderato molte degustazioni di Riesling per i visitatori specializzati nello stand congiunto del Ministero federale dell'alimentazione e dell'agricoltura (BMEL), e ha anche condotto una master class completamente prenotata per 110 visitatori specializzati.

La stessa Vinexpo ha invitato sei sommelier di fama internazionale, tra cui Markus del Monego MW e Debra Meiburg MW, a parlare in una Masterclass internazionale sul Riesling - di nuovo di fronte a una sala piena. Il "Riesling Day" si è concluso con una grande festa nella città vecchia di Bordeaux, dove il DWI ha presentato altri vini Riesling della generazione.

Negli altri tre giorni della fiera, l'attenzione al banco di degustazione DWI si è concentrata anche su altri vitigni tedeschi. Ci sono state degustazioni su temi come "Buono-Meglio-Silvaner", "Licenza di scintillare", "Biologico", "Voi lo chiamate Pinot Nero - Noi lo chiamiamo Spätburgunder".

(uka / Foto: Istituto Tedesco del Vino)

PIÙ NOTIZIE Mostra tutti

Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più
Leggi di più

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER