wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Il segretario generale della Confederazione europea delle imprese del settore vinicolo(CEEV), Ignacio Sánchez Recarte, si oppone a una relazione della Commissione per la lotta contro il cancro(BECA) del Parlamento europeo. Il progetto afferma che qualsiasi forma di consumo di alcol, non importa quanto piccola, aumenta il rischio di cancro. In un'intervista al sito francese vitisphere.com, ha detto che alcuni attori e organizzazioni stavano "semplificando e banalizzando" la comunicazione sul consumo di bevande alcoliche e il rischio di cancro. "Non ci aspettavamo che il comitato BECA del Parlamento considerasse solo una visione parziale dei risultati scientifici", ha detto. Il rapporto verrebbe votato nel Parlamento europeo - e sarebbe quindi la posizione ufficiale del Parlamento europeo se approvato.

"Se il documento passasse in questo modo, suggerirebbe che non c'è dubbio che tutto il consumo di alcol è dannoso per la salute. Tuttavia, sappiamo che questa è solo una visione parziale dei risultati scientifici", ha sottolineato Sánchez Recarte. Questa tendenza di base in termini di contenuto era stata finora osservata soprattutto nei paesi del Nord Europa. Ora questa posizione aveva trovato la sua strada a Bruxelles.

L'argomentazione, tuttavia, giustifica "un assegno in bianco per l'introduzione di una politica che dovrebbe limitare il consumo di per sé, ma non l'abuso". Di conseguenza, i leader politici avrebbero "rimesso in discussione i programmi di sostegno al settore del vino, compreso il sostegno alla pubblicità". Questo potrebbe essere "l'inizio della fine del settore del vino come lo conosciamo".

Il CEEV (Comité Européen des Entreprises Vins) a Bruxelles rappresenta circa 7.000 aziende del settore vinicolo europeo. Secondo la CEEV, le aziende rappresentano più del 90% delle esportazioni di vino europeo con un valore di circa 12,8 miliardi di euro.

Altro sull'argomento

Quasi il 40% dei consumatori di vino riduce il consumo di alcol

"Un bicchiere di vino a cena va bene" - La tesi dello studio che non c'è "un livello sicuro di consumo di alcol per la salute" si dimostra errata

(uka / Fonte: vitisphere.com - Foto: 123rf)